lunedì 27 luglio 2015

Cestini ripieni di ricotta alle nocciole e verdure di stagione




Una giornata all'aria aperta è proprio quello che ci vuole in questi giorni di gran caldo. 
Se avete in previsione un picnic al mare, al lago, in montagna, o in un qualsiasi altro posto, questa è la ricetta che fa per voi. Si, si, lo so...per preparare queste tortine è necessario accendere il forno. Ma se avete deciso di metterle nel vostro cestino potete benissimo prepararle la sera precedente, quando le temperature saranno più sopportabili. 






Per la mia scampagnata, oltre alle tortine con le nocciole Ventura, ho preparato anche dell'insalata di riso e una fresca insalata di fagiolini e datterini che ho arricchito con il BBMix per insalate, una novità firmata Ventura, marca leader nella produzione di frutta secca.
Ventura, oltre al BBMix per insalate in quattro diverse varianti, ha creato anche il BBMix per macedonia, perfetto per aggiungere un tocco di fantasia e per dare gusto a macedonie, gelati e yogurt.
Il BBMix utilizzato per la mia insalata contiene pomodori secchi, mandorle, semi di zucca e noci, un mix di ingredienti studiato da un gruppo di chef, che oltre a rendere più gustose e fantasiose le insalate, è anche una salutare fonte di magnesio e potassio.





 
Cestini ripieni di ricotta alle nocciole e verdure di stagione

Ingredienti per 8 cestini Ø 8
  • 1 rotolo di pasta brisè
  • 3 zucchine novelle
  • 15 fagiolini
  • 2 cucchiai di piselli
  • Mezzo peperone rosso
  • Mezzo peperone giallo
  • 50 g di nocciole pelate tostate Ventura
  • 100 g di ricotta fresca di pecora
  • 1 spicchio di aglio
  • Olio extravergine di oliva
  • Sale
  • Pepe
  1. Lavare bene tutte le verdure. Tagliare a dadini le zucchine, i peperoni e i fagiolini.
  2. Soffriggere uno spicchio di aglio in qualche cucchiaio di olio, aggiungere le verdure a dadini e i piselli. Aggiustare di sale e pepe e cuocere per una decina di minuti. Devono rimanere al dente.
  3. Tritare le nocciole. Prelevarne 30 grammi e unirle alla ricotta, aggiungendo anche un po' di sale e pepe.
  4. Tagliare 8 cerchi di brisè della misura degli stampi e adagiarli negli stampi oliati. 
  5. Coprire le basi con la ricotta alle nocciole, quindi aggiungere un cucchiaio di verdure in ogni stampo. 
  6. Cuocere in forno già caldo a 190° per circa 20 minuti.
  7. Farle raffreddare qualche minuto prima di sformare. Poi cospargere con le nocciole tritate tenute da parte e servire.












venerdì 10 luglio 2015

Mousse di Parmigiano Reggiano al profumo di menta con confettura di fichi



Sono stata invitata, insieme a molti altri foodblogger, a partecipare al nuovo concorso Parmigiano Reggiano Chef 4Cooking.
L'idea è quella di preparare un piatto utilizzando solo quattro ingredienti, tra cui ovviamente il Parmigiano Reggiano. Ho ricevuto l'Excellent Kit contenente tre diverse stagionature di Parmigiano Reggiano (12, 24 e 36 mesi) e ho attivato la fantasia per riuscire a preparare un piatto semplice, ma allo stesso tempo gustoso e piacevole alla vista.
Per la mia ricetta ho scelto di utilizzare la lunga stagionatura (36 mesi), per preparare una mousse che ho accompagnato con una confettura di fichi, il cui dolce sapore ha contrastato gradevolmente la punta saporita della mousse.






 
Mousse di Parmigiano Reggiano al profumo di menta 
con confettura di fichi

Ingredienti per 4 persone:
  • 180 g di Parmigiano Reggiano stagionato 36 mesi
  • 100 g di formaggio caprino spalmabile
  • 20 g di latte fresco
  • q.b. confettura di fichi
  • Foglioline di menta fresca*
Grattugiare il Parmigiano reggiano, amalgamarlo con il formaggio spalmabile, il latte e le foglioline di menta tritate.
Inserire il composto in una sac à poche e distribuire tre palline per ogni piatto. Accompagnare con la confettura di fichi.



*Oltre ai 4 ingredienti principali, si possono utilizzare anche degli “ingredienti q.b.“ purchè compresi in questo elenco: acqua, olio, sale, aceto, spezie, erbe aromatiche e zucchero.













lunedì 8 giugno 2015

Risotto agli asparagi selvatici e zeste di limone



Questo risotto agli asparagi selvatici e zeste di limone l'ho preparato e mangiato tempo fa. Un po' per mancanza di tempo, ma soprattutto perchè l'ho fotografato e poi l'ho completamente dimenticato, ve lo propongo solo ora. 
D'accordo che è ormai fuori stagione, ma il prossimo anno, quando gli asparagi selvatici torneranno nei nostri boschi, avremo già la ricetta bella e pronta...mettiamola così :)
Ieri, facendo un po' di ordine tra le mie fotografie, mi sono resa conto che non è solo questo risotto agli asparagi ad essere miseramente caduto nel dimenticatoio, ma gli fanno buona compagnia altre cinque o sei ricette che ormai dovranno attendere la loro prossima stagione per essere pubblicate, per non parlare di quelle che poverine, per svariati motivi, forse non saranno mai pubblicate.
O forse, chi lo sa? Potrei anche decidere di farne un post unico e dar loro quell'opportunità che meritano, se non altro per essere rimaste in attesa per mesi e in alcuni casi anche per anni.






 
Risotto agli asparagi selvatici e zeste di limone

Ingredienti per 2 persone

  • 160 g di riso vialone nano
  • 15 Asparagi selvatici
  • 1 limone biologico
  • ½ litro di acqua minerale naturale o filtrata
  • 1 cucchiaio di dado vegetale casalingo
  • ½ bicchiere di vino bianco
  • 1 cipollotto fresco
  • 4 cucchiai di Parmigiano grattugiato
  • Olio evo
Preparare il brodo portando ad ebollizione l’acqua con il dado vegetale.
In una casseruola con un po' d’olio far appassire il cipollotto tagliato a rondelle per qualche minuto. Aggiungere gli asparagi lavati e tagliati (tenere da parte le punte) e farli saltare per un paio di minuti. Unire il riso, farlo tostare  quindi sfumare a fiamma vivace con il vino. Bagnare con un paio di mestoli di brodo, coprire e cuocere a fiamma bassa per il tempo necessario, bagnando con il brodo man mano che si asciuga. A cinque minuti dalla cottura aggiungere anche le punte e a cottura ultimata mantecare con il parmigiano grattugiato, impiattare e spolverare con zeste di limone.






Posate Rivadossi