venerdì 20 maggio 2011

Pizza senza impasto


Da quando ho scoperto il metodo No Knead alias Senza Impasto mi sono decisamente imprigrita e tendo ad utilizzarlo spesso. 
Per chi come me non ha ancora avuto il coraggio di affrontare il lievito madre,  oltre alla facilità di preparazione,  questo metodo ha dalla sua il fatto che con pochissimo lievito di birra si ottenga un'ottima lievitazione. 
E' vero che i tempi sono lunghi, ma è vero anche che basta semplicemente organizzarsi: se si impasta dopo cena si mangia la sera successiva, se si impasta al mattino si mangia il giorno successivo a pranzo. Io normalmente faccio tutto il fine settimana, quando sono libera da impegni di lavoro. 
Per questo impasto ho preso spunto da Paoletta, modificando la quantità di lievito di birra (non amo il retrogusto che lascia il lievito, quindi tendo ad utilizzarne il meno possibile) ed eliminando i fiocchi di patate per il purè istantaneo.
Queste dosi sono sufficienti  per due teglie, che io ho farcito molto semplicemente con pomodoro e acciughe una e con pomodoro, mozzarella e basilico l'altra.

Con pomodoro e acciughe prima della cottura

Con pomodoro e acciughe



Con pomodoro e mozzarella prima della cottura

Con pomodoro, mozzarella e basilico


 
Pizza senza impasto

  • 400 g di farina 0 per pizza
  • 280 g di acqua
  • 2 cucchiai di olio
  • 1 cucchiaino di sale
  • 1 cucchiaio raso di malto d'orzo
  • 2 g di lievito di birra
 Per il condimento:
  • Olio evo
  • 500 g di conserva di pomodori casalinga
  • 2 spicchi di aglio
  • 1 cucchiaio di origano
  • 5 filetti di acciughe sott'olio
  • Sale (se necessario)
Per farcire:
  • 1 mozzarella fiordilatte
  • 10 filetti di acciughe sott'olio
  • Basilico

Sabato h 10:00
Sciogliere il lievito e il malto in poca acqua. In una ciotola capiente versare la farina, unire tutti gli altri ingredienti e mescolare con una forchetta per un paio di minuti per amalgamare. Coprire con pellicola e lasciare riposare in un luogo lontano da sbalzi di temperatura (il forno spento è l'ideale).
Domenica h 9:00  
Versare il composto  su un piano di lavoro cosparso abbondantemente di farina. dividere in due parti l'impasto e praticare delle pieghe (andate qui per capire meglio come) ad ognuna delle due parti. Oliare due teglie da pizza e catapultare su ogni teglia un impasto in modo che le pieghe appena effettuate rimangano sotto. Lasciare riposare  per altre due ore nel forno spento. 
Nel frattempo preparare il sugo:  soffriggere due spicchi di aglio in 5 cucchiai di olio, aggiungere i filetti di acciughe e quando si saranno sciolti  unire la salsa di pomodori e l'origano. Cuocere per 20-30 minuti allungandola con un pò d'acqua se  dovesse risultare troppo densa. 
Trascorso il tempo necessario stendere le pizze sulle teglie, cospargerle con il sugo e farcirle con quello che si preferisce (olive, prosciutto, acciughe, ecc.). Accendere il forno a 250° statico e non appena raggiunge la temperatura infornare per 20 min. circa o fino a che raggiunge la cottura desiderata. Cinque minuti prima della fine della cottura, se volete aggiungete la mozzarella tagliata a fettine e il basilico.


 
Con questa ricetta partecipo al contest del blog Le ricette di Elisina


19 commenti:

  1. Non cè che dire è perfetta, buona!

    RispondiElimina
  2. Questa poi?! Impasto a basso contenuto di lievito, mi piace!!!!

    RispondiElimina
  3. Donatella che bella pizzarella che hai fatto!!!
    Complimenti.

    RispondiElimina
  4. che bella alveolatura O_O !!!! Mi ci devo mettere per forza, voglio provare! Il ievito madre per me resta ancora un tabù, già provato e riprovato... niente da fare, si suicida! Ma sono una zuccaccia, e prima o poi ci riprovo, magari con l'estate, il caldo aiuta ehehehe, buon fine settimana.

    RispondiElimina
  5. sai che non l'ho mai usato questo metodo? direi ottimo però! guarda che bella pizza! baci Ely

    RispondiElimina
  6. soffice gustosa.. che dire.. perfetta.. anche io non ho avuto coraggio/tempo di fare il lievito madre.. e si che lo so fare.. ma uff mi stufo! ecco.. non uso i fiocchi di patate... solo acqua farina lievito e sale.. .

    RispondiElimina
  7. Leggo questo metodo da un po' ma non l'ho mai provato. Ora mi hai fatto venire la voglia di provare. Sono diventata una tua sostenitrice, non voglio perdermi nessun'altra tua ricettina Se ti va passa a trovarmi. Buon fine settimana.

    RispondiElimina
  8. L'ho provata una volta e mi era piaciuta molto... la tua è perfetta... mi stai facendo venire voglia di rifarla, bravissima! Baci

    RispondiElimina
  9. Ha un aspetto meraviglioso e invitantissimo!!!!Complimenti, baci e buon we

    RispondiElimina
  10. Bravissima...è venuta fuori una vera bontà...buon we, ciao.

    RispondiElimina
  11. ciao Donatella, sai che una volta anch'io ho voluto provare questa ricetta? Forse non l'ho fatta a dovere perché non mi è venuta granché bene, mentre la tua sembra così appetitosa... Riproverò seguendo le tue indicazioni passo a passo.
    Una buonissima giornata

    RispondiElimina
  12. Molto, molto, molto invitante! devo assolutamente provare il tuo metodo! Un bacione cara, buon weekend!!

    RispondiElimina
  13. A guardare le tue foto non ci sono dubbi: da provare! p.s.: mi piace l'uso del verbo 'catapultare', rende benissimo l'idea.

    RispondiElimina
  14. Questa pizza ha una bellissima alveolatura !
    come piace a me

    RispondiElimina
  15. Procedimento lungo ma sono sicura che dallo splendido risultato ne valga proprio la pena, ci proverò appena capisco bene come fare le "pieghe" ;))

    RispondiElimina
  16. ciao, sono Franco pizzaiolo: non credevo cio' fosse possibile: i miei complimenti.

    RispondiElimina
  17. ciao, con cosa posso sostituire il malto?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Lady, il malto lo puoi sostituire con il miele

      Elimina